Il triangolo culturale: i siti archeologici più importanti dello Sri Lanka

Uno degli aspetti che caratterizzano il paese è la cultura nelle sue varie forme. Il paese è ricco di storia concentrata nella zona centrale che possiamo identificare nel triangolo culturale dove ci sono i siti archeologici più importanti dello Sri Lanka. 

Abbiamo già parlato dei motivi per visitare l’Isola Splendente, e con questo articolo ci soffermiamo sui luoghi patrimonio del passato. Siti archeologici che raccontano una civiltà con oltre 2000 anni di storia, dai monumenti antichi alle sculture ricavate nelle rocce, al palazzo del re costruito nel 5° secondo d.C., e rappresentano la ricchezza dell’Isola.

I siti archeologici più importanti sono situati nel triangolo culturale, costituito dalle antiche capitali di Anuradhapura, Polonnaruwa e Kandy. Le dimensioni ridotte del paese permettono di vedere tutte le località di questa zona anche se si ha poco tempo a disposizione.

L’isola di Ceylon è un piccolo universo: racchiude svariate sfaccettature culturali, paesaggistiche e climatiche come se fosse grande quanto una dozzina di Paesi” – Sir Arthur C Clarke

Quando visitare il triangolo culturale in Sri Lanka

Che clima c’è nel triangolo culturale in Sri Lanka? Considerando che ci troviamo in luoghi molto assolati e con poche zone all’ombra, il sole è davvero molto forte e consigliamo di indossare abiti comodi e freschi. Se vuoi consigli su cosa mettere in valigia, puoi leggere qui i nostri consigli.

Solitamente la temperatura si aggira tra i 26/30° C nei mesi estivi per scendere di qualche grado nei mesi invernali. Da ottobre a gennaio c’è una maggior concentrazione di piogge, mentre nei restanti mesi ci sono temporali pomeridiani.

Sigiriya: la salita alla roccia del leone

Uno dei luoghi più conosciuti e affascinanti di tutto il paese. È uno dei siti archeologici più suggestivi per l’imponenza della fortezza, per il piacere edonistico e la sacralità del complesso.

igiriya_triangolo-archeologico-ceylonroots-2
Sigiriya

La rocca massiccia sfiora i 200 m dove in cima si trovano le rovine del palazzo  del regno di Kassapa con una veduta a 360° sulla foresta circostante. La salita alla roccia del leone è una delle escursioni più faticose perchè ci sono da affrontare circa 1200 scalini scavati nella ripida parete rocciosa, passando per la grotta i famosi affreschi di Sigiriya che mostrano damigelle a petto nudo. A metà percorso si incontrano le due zampe giganti del leone, e si sale per l’ultimo pezzo di salita. La sommità è uno spettacolo per la vista che si perde nella giungla circostante ed è il luogo dove fermarsi per rigenerarsi e ammirare la spettacolarità della natura che incontra la forza dell’uomo.

La sommità di Sigiriya e il panorama sulla foresta circostante

Il tempio di Dambulla

Il tempio di Dambulla è uno dei siti dove respirare la spiritualità. Situato al centro dell’isola, è una tappa imperdibile in un viaggio in Sri Lanka, dove in 5 grotte scavate nella montagna si trovano circa 150 raffigurazioni del Buddha.  Ogni tempio conserva dipinti raffiguranti scene di vita e statue dorate in varie posizioni ed è un vero capolavoro dell’arte buddista.

dambula_triangolo-archeologico-ceylonroots
I templi rupestri di Dambulla

L’energia spirituale a Dambulla è palpabile tra il silenzio dei turisti e le preghiere della gente locale. Un momento di pace e serenità da vivere in sintonia con la natura circostante.

Il sito archeologico di Polonnaruwa: l’antica capitale

La capitale medievale di Polonnatuwa fu uno dei più grandi agglomerati urbani nell’Asia del Sud. Molte delle rovine esistenti sono la testimonianza di altrettante costruzioni edificante dall’ultimo re-guerriero che sviluppò la città in larga scala, Parakramabahu Il Grande.

polonnaruwa_triangolo-archeologico-ceylonroots
Una delle rovine nella capitale mediale di Polonnaruwa

Nel cuore del sito archeologico ci sono le rovine del Palazzo reale e della Camera del Consiglio. Nei pressi si trova il vatadage, una struttura circolare decorata che assomiglia a Stonehenge. Polonnaruwa è divisa in tre zone: città vecchia, città nuova e Kaduruwela a loro volta divise in cinque gruppi.

La città sacra di Anadhapura

L’antica capitale, Anadhapura è situata nella provincia centro settentrionale ed è un vero e proprio posto magico. Offre alcuni dei più antichi tesori archeologici dello Sri Lanka, e rappresenta una testimonianza importante dell’antica civiltà.

anuradhapura_triangolo-archeologico-ceylonroots
Anuradhapura

Davanti all’imponenza della città sacra di Anadhapura travolge i turisti con la ricca collezione di meraviglie archeologiche e architettoniche: dagoba, templi in rovina, alte torri di mattoni e laghetti costruiti durante gli anni in cui fu capitale dello Sri Lanka.

La città regale di Kandy

Adagiata tra due montagne nella parte settentrionale della zona rurale dell’isola, la città regale di Kandy era la sede del regno indipendente dello Sri Lanka. È la sede della sacra reliquia del dente del Buddha che è di grande significato spirituale per tutta la popolazione asiatica. Ogni anno in luglio o agosto si celebra l’Esala Perahera che richiama turisti e popolazione locale per la spettacolarità dell’evento.

kandy_triangolo-archeologico-ceylonroots
Kandy, il Tempio del Sacro Dente di Buddha durante l’Esala Perahera.

Il centro nevralgico della città è il lago artificiale creato nel 1807 dall’ultimo sovrano del regno di Kandy. Da non perdere per chi si trova in città è lo spettacolo di danza tradizionale caratterizzato da elaborati costumi e acrobati che intrattengono il pubblico.

Conoscere e visitare i luoghi del triangolo archeologico in Sri Lanka vi permette di intraprendere un viaggio spirituale e culturale che svelando il passato del paese vi sorprenderà e vi arricchirà di nuove esperienze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *